“La danza è la madre delle arti” (Curt Sachs)

La Giornata Internazionale della Danza 2018

Il 29 aprile si festeggia la Giornata Internazionale della Danza 2018 promossa dall’International Dance Council dell’UNESCO. La danza è quell’arte in cui musica e poesia si incontrano nel tempo, pittura e disegno geometrico si incontrano nello spazio. La danza è essa stessa tempo e spazio. L’uomo danzando ricrea con il suo corpo la sua esperienza sensoriale della realtà. La danza è un’arte che annulla i limiti tra i corpi, tra l’individuo e il gruppo, che sia espressa come rito, gioco o rappresentazione scenica.
Il messaggio ufficiale per la Giornata Internazionale della Danza sottolinea come la danza può essere felice strumento di superamento dei confini storici. Ri-pensare e ri-studiare la storia della danza è un esercizio e una sfida per trovare nuovi stimoli alla creazione coreografica.

La tradizione della danza in Italia

L’Italia nella sua specificità è un paese con una tradizione coreutico teatrale molto importante. Fin dal Rinascimento i maestri di danza italiani sono ricercati e apprezzati in tutte le corti della penisola. Nell’età barocca e per tutto il XVIII secolo il ballo pantomimo italiano è ammirato in Italia e nelle principali città europee come Vienna, Parigi e Londra. La prosperità della danza italiana subisce un’involuzione per tutto il XIX secolo e dobbiamo arrivare fino al secondo dopo guerra per una lenta ripresa della formazione coreutica italiana.

La danza oggi

Oggi viviamo un periodo in cui lo spettatore è particolarmente attratto dalla danza: non è un caso il successo degli eventi televisivi di Roberto Bolle, La mia danza libera e Danza con me. La danza è l’arte che sta affrontando con più successo il cambiamento tematico e mediatico del mondo contemporaneo, attraverso una ricerca di linguaggio che spezza le tradizionali distinzioni della comunicazione orale e scritta, teatrale e televisiva.
Sono molte le scuole di danza e le iniziative coreutiche nei dintorni di Capena, purtroppo il nostro paese non dimostra altrettanto fervore. Mi auguro che questa amministrazione, che dimostra particolare attenzione ai servizi per il cittadino, ripristini tutta una serie di attività sportive tra cui la danza. Queste attività per anni sono state ospitate negli spazi pubblici del Comune, offrendo al nostro paese un’offerta educativa che ha mirato alla costruzione di un individuo rispettoso e sensibile.

 

 

#amonthago @teatroallascala #boléro #Béjart 📸 #lauraferrari

Un post condiviso da Roberto Bolle (@robertobolle) in data:

Alessandra Battaglia

Alessandra Battaglia

Danzatrice

Nata e vissuta a Capena. Appassionata di danza, studia storia del teatro e della danza all’Università La Sapienza di Roma. Pratica la disciplina fin dai quattro anni, specializzandosi negli ultimi dieci anni in danza contemporanea (tecnica Cunnigham, Limòn, Floorwork). Si esibisce in spettacoli di Teatrodanza presso Sala14, Centro di Arti Performative e Terapeutiche, Via Bellini 14, Monterotondo (Rm).  

Workshop con François Meyer

Sabato 4 Maggio 2019 una giornata da trascorrere insieme al fotografo che ha creato la collezione della mostra Art Faces. Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti.

Mostra di “FotoPoesia”: Liber’Azione

Cosa succede quando un fotografo e un poeta si incontrano? Succede che apre la seconda mostra di “FotoPoesia” a Capena: Liber’Azione dal 24 Aprile al 5 Maggio 2019.

Spettacolo “La mossa der giaguaro”

Nel contesto della 2a edizione de “Lo Sbaracco” di Capena (RM), David Mastinu presenta il suo spettacolo “La mossa der giaguaro”. Ingresso libero.

I° Festival dei Burattini

I° Festival dei Burattini il 2 e 3 Marzo 2019 a Capena, in Piazza del Popolo. Ingresso libero. Leggi il programma.

Art Faces, ritratti d’artista nella Collezione Würth

Art Faces, ritratti d’artista nella Collezione Würth. Dal 18 febbraio 2019 al 14 marzo 2020 presso Art Forum Würth Capena (RM). Ingresso libero.

L’Annunciazione di Antonio da Viterbo esposta per la prima volta a Capena

“Annunciazione” di Antonio da Viterbo. Per la prima volta verrà mostrata pubblicamente nella Chiesa Parrocchiale di San Michele Arcangelo a Capena.