La Giornata Mondiale dell’Asma

La Giornata mondiale dell’Asma si tiene il primo martedì di maggio. E’ un evento annuale organizzato dalla GINA (Global Initiative for Asthma) a partire dal 1998 per aumentare la consapevolezza e l’attenzione nel mondo.

Cos’è l’asma

Che sia allergica o cronica, con la parola “asma “si indica una malattia infiammatoria che interessa l’apparato respiratorio causando tosse, respiro sibilante, costrizione toracica, difficoltà respiratoria. Tali effetti si sviluppano in seguito all’esposizione a fattori scatenanti. L’asma ha una prevalenza progressivamente crescente nei paesi sviluppati specialmente in età pediatrica.

Quali sono i fattori protettivi e fattori predisponenti?

Tra quelli protettivi ritroviamo l’allattamento al seno se protatto per più mesi nel primo anno di vita. Tra i fattori negativi che possono favorire l’insorgenza dell’asma troviamo fumo materno durante la gravidanza, uso indiscriminato degli antibiotici e ricorso a vaccinazioni sempre più numerose, inquinamento ambientale.

Cosa accade quando abbiamo una crisi asmatica allergica?

Entriamo in contatto con l’allergene, il fattore scatenante della crisi, avviene una reazione del nostro sistema immunitario ed in particolare i linfociti T che innescheranno un processo che portera’ alla produzione di istamina, sostanza che crea bronco-costrizione e di conseguenza spasmi bronchiali.

La terapia con la medicina convenzionale

Si consigliano spray , aerosol o polvere inalatoria per contenere l’infiammazione delle vie aeree e calmare l’ipereattivita’ bronchiale. Di solito sono cortisonici e l’utilizzo continuativo di tali farmaci portano ad avere conseguenze anche su la funzione cardiovascolare, sulla regolazione della pressione, agiscono a livello surrenalico, possono aumentare il rischio d’infezioni in quanto abbassano il nostro sistema immunitario. Si consigliano anche broncodilatatori in particolar modo come terapia di mantenimento.

Come prevenire l’attacco asmatico

E’ fondamentale agire sull’equilibrio del sistema immunitario favorendo un’azione immunomodulante, agire sull’iperproduzione d’istamina e favorire un’azione antinfiammatoria. Il miglior risultato ottenibile e’ riuscire ad evitare l’innesco della fase acuta. In natura esistono diverse piante con caratteristiche immunomodulanti, antinfiammatorie antiallergiche quali il Basilico Santo  che facilita la risposta immunologica oppure l’acido rosmarinico che ha proprieta’ antinfiammatorie. La quercetina ad esempio e’ un flavonoide degno di nota per la sua funzione antistaminica naturale. Si trova nei semi e nella buccia di frutta e verdura e nella corteccia di alcune piante. Riesce a diminuire numerosissimi mediatori dell’infiammazione per questo viene utilizzato anche in casi di dermatiti e riniti. Uno dei piu’ conosciuti e’ il Ribes Nero. la sua azione e’ legata alla presenza nel suo fitocomplesso di principi attivi di natura steroidea, con effetto simil-cortisonico. Possiamo nominarle altre come la piantaggine, la drosera , coleus forskohlii per rilassare i bronchi ed altre ancora.

L’alimentazione da seguire contro l’asma

Giustamente non bisogna trascurare l’aspetto alimentare. Ricordiamoci sempre che il cibo è la nostra prima medicina ed esistono cibi che possono aumentare e favorire uno stato infiammatorio, seguire un’alimentazione sana permette di mantenere in uno stato salutare ottimale il nostro intestino, organo deputato in parte a contenere il nostro sistema immunitario. Favorire frutta e verdura, cereali integrali e pesce in modo da apportare al nostro corpo tutte quelle sostanze nutrienti necessarie. Evitare di mangiare cibi allergizzanti che possono favorire la produzione di istamina visto che nelle fonte alimentari puo’ essere contenuto un precursore dell’istamina, l’istidina che puo’ essere degradata da microrganismi quali batteri, lieviti e muffe che possono esrre presenti nell’alimento per contatto accidentali o inseriti per scopi tecnologici come formaggi, bevande alcoliche, alimenti fermentati, insaccati, pesce in scatola, crostacei.

Ricordo che “prevenire e’ meglio che curare”, ma in caso di peggioramento acuto vanno attuati piani clinici terapeutici prescritti dal proprio medico.

Dott.ssa Valentina Rabottini

Dott.ssa Valentina Rabottini

Farmacista

Parafarmacia Dott.ssa Rabottini presso C.C. Arca di Capena

06 907 3466

alimentazione

Parafarmacia Dott.ssa Rabottini Arca di Capena – Centro specializzato METODO 3EMME

Controllo del peso gratuito, 6 settembre

Controllo del peso gratuito: esame impedenziometrico il 6 settembre 2019 presso la Parafarmacia Dott.ssa Rabottini CC Arca di Capena (RM). Torna in forma dopo l’estate!

Consigli pratici su come proteggersi dalle scottature solari

Finalmente è arrivata l’estate! Ecco dei consigli pratici su come proteggersi dalle scottature solari. Articolo a cura della Parafarmacia Rabottini presso il CC Arca di Capena (RM).

Le allergie stagionali: prevenzione e consigli

Conosciamo meglio le allergie stagionali e impariamo a fronteggiarle. Articolo a cura della Dott.ssa D’Auria, Parafarmacia Rabottini CC Arca di Capena.

Giornata Mondiale dell’alimentazione 2018

Per la Giornata Mondiale dell’Alimentazione 2018, oggi 16 ottobre, pubblichiamo un articolo della Parafarmacia Rabottini presso il CC Arca di Capena (RM).

Open Week della Salute IIa Edizione, dal 26 al 30 Settembre 2018

“Open Week della Salute” presso la Parafarmacia Rabottini CC Arca di Capena (RM). Leggi il calendario delle consulenze e come prenotare.

Abbronzatura, consigli e trucchi su come proteggere la pelle dal sole

Rubrica “Salute & Bellezza”: abbronzatura, consigli e trucchi su come proteggere la pelle dal sole. Articolo a cura di Alessia Monaco del centro estetico “Vanity” a Capena.

VictoriaMilan