L’ Avis di Capena racconta la Giornata Mondiale dei Donatori di sangue

L’acqua e il sangue

Ci sono due sostanze liquide di cui non possiamo proprio fare a meno nella vita: sono l’acqua e il sangue.

Di acqua si parla molto, pensiamo a quanta pubblicità si fa alle tante acque minerali. Di sangue si parla molto meno perché non è un prodotto commerciale, l’unico modo per avere sangue quando serve, è riceverlo da un donatore. Quando pensiamo alla necessità di sangue, ci vengono in mente terremoti, grandi incidenti, disastri ed è vero, in questi casi il sangue è necessario. Quando accadono eventi simili si mobilitano le coscienze ed è confortante vedere le file dei donatori in attesa, sapere di poter contare sulla solidarietà di tanta gente.

Poi, passata l’emergenza, non ci pensiamo piu’. Ma il sangue e gli emoderivati sono una necessita’ di tutti i giorni: servono in chirurgia, in sala parto, nella cura di pazienti oncologici o di soggetti talassemici o immunodeficienti che hanno bisogno di trasfusioni periodiche, semplicemente per poter vivere.

In Italia la donazione di sangue è volontaria, gratuita e anonima ed è soggetta ogni volta alle analisi di verifica dell’idoneità, a garanzia di sicurezza dei pazienti trasfusi e dei donatori.

La Giornata Mondiale dei Donatori di sangue

Il 14 giugno è l’anniversario della nascita di Karl Landsteiner, scopritore dei gruppi sanguigni e del fattore RH e l’Organizzazione Mondiale della Sanità festeggia la Giornata Mondiale del donatore di Sangue.

Un riconoscimento a tutte quelle persone che dedicano qualche minuto della loro vita a dare ad altri la possibilità di viverne una intera. Lo slogan di quest’anno è: “Che cosa puoi fare? Dona sangue. Dona ora. Dona spesso”. Chi è il donatore di sangue? E’ un uomo o una donna in buona salute, che ha superato i 18 anni e ne ha meno di 65, che pesa più di 50 Kg. Tutto qui, non è un supereroe, non ha poteri eccezionali, non ha doti particolari se non quella di credere nella solidarietà e nell’altruismo per un bene comune.

Dietro la donazione di sangue c’è un sistema organizzativo complesso che parte dal Ministero della Salute, passa dal Centro Nazionale Sangue, raggiunge le Regioni e i Centri Regionali Sangue per arrivare ai Centri Trasfusionali, a cui per legge è affidata la parte tecnico sanitaria del prelievo, e alle Associazioni di volontariato che curano la gestione e la chiamata del donatore e che sono riconosciute come parte integrante del Sistema Sanitario Nazionale.

Donare il sangue a Capena

E a Capena? A Capena c’è l’AVIS COMUNALE CAPENA con 356 soci donatori attivi, 6 soci collaboratori volontari e 105 affiliati, da oltre trenta anni dà il suo contributo alla comunità, innanzi tutto con la raccolta delle donazioni di sangue, 346 sacche nel 2016; offrendo poi anche servizi aggiuntivi per la popolazione di Capena: convegni di informazione sanitaria e di sensibilizzazione alla donazione di sangue, screening gratuiti, incontri con gli alunni delle scuole elementari e medie.

La sede è in un edificio di proprietà del Comune di Capena; sede che è stata ottenuta grazie alla testardaggine del suo gruppo dirigente e dei sui volontari; sede che è stata ristrutturata, secondo le direttive della legge sui requisiti minimi che le strutture devono avere per poter ospitare la raccolta di sangue, grazie al grandissimo contributo dei cittadini.

L’Associazione cura la diffusione delle informazioni al donatore circa le date di donazione, l’accoglienza e la registrazione delle donazioni fatte. Le donazioni sono fatte in base a un calendario concordato con Avis Intercomunale S. Pietro e con il Servizio Trasfusionale dell’Ospedale S. Pietro Fatebenefratelli di Roma a cui viene conferito il sangue raccolto in base ad una convenzione stipulata tra Avis Intercomunale e Ospedale.

Come Presidente posso solo aggiungere che negli ultimi anni l’associazione è cresciuta enormemente grazie al lavoro e l’impegno di tutto il consiglio direttivo e dei volontari che insieme a me ne condividono l’importanza, crediamo tutti fermamente che per ogni cittadino sano è un dovere donare il proprio sangue,  per ogni cittadino malato è un diritto riceverlo in caso di necessita’.

Giovanna D'Ippolito

Giovanna D'Ippolito

Presidente Avis Capena

www.aviscapena.it
info@aviscapena.it

“Noi Sport” lascia Passo Corese per aprire un nuovo store a Capena

“Noi Sport” apre un nuovo store a Capena in una struttura avveniristica, posizionata nel cuore di quello che ormai rappresenta il centro di attrazione commerciale più importante dell’intera area tiberina.

Lo Sbaracco 2019, la festa del piccolo commercio

Lo Sbaracco 2019: il giorno 21 settembre 2019 a Capena, si terrà la terza edizione della festa del piccolo commercio. Leggi il programma.

Feronia: racconti di una Dea, 21 e 22 settembre

Presentazione del Progetto Feronia presso l’area archeologica del Lucus Feroniae il 21 e 22 settembre 2019. Ingresso gratuito. Leggi il programma.

Pasta Madre Day 2019, 29 settembre

Il prossimo 29 settembre appuntamento presso l’Azienda Agricola Umberto di Pietro a Capena (RM) per il Pasta Madre Day 2019.

Capena Beer Fest 2019

Grande rassegna di birre di altissima qualità a Capena, venite a scoprirle tutte! Dal 5 all’ 8 Settembre 2019.

Digital Impresa Lazio, Bando POR FESR contributi a fondo perduto

L’obiettivo del bando “Digital Impresa Lazio” sono interventi di digitalizzazione dei processi aziendali e di ammodernamento tecnologico attraverso l’utilizzo di servizi e di soluzioni ICT.