Cari lettori,
pubblichiamo questo articolo sul Piano Regolatore Generale, in occasione del secondo appuntamento ‘Il Sindaco incontra i cittadini’, svoltosi in Comune il 17 Ottobre 2017, e avente come ordine del giorno proprio il Piano Regolatore del Comune.

Cos’è il Piano Regolatore Generale

Il Piano Regolatore Generale, disciplinato dalla legge urbanistica del 1942, è uno degli atti di pianificazione territoriale con il quale il Comune disciplina l’utilizzo e la trasformazione del suo territorio e delle relative risorse. Il suo compito è quello di disegnare lo sviluppo della popolazione e dell’economia sul territorio comunale e, in questo senso, fornire le linee guida per la realizzazione delle opere pubbliche e per gli interventi dei privati. Cittadini, imprese e amministrazioni pubbliche sono tenuti all’osservazione delle prescrizioni contenute nel piano.

Le azioni del Piano Regolatore Generale

Un Piano Regolatore prevede nel tempo la localizzazione delle opere pubbliche; il mantenimento di determinati standard ambientali, sanitari e di vita sociale; la localizzazione degli spazi per le opere private da cui derivano i permessi a costruire solo in determinate aree. L’iter che porta all’adozione di un piano regolatore è lungo e complesso. L’incarico della sua redazione viene affidato ad un team di professionisti composto da un tecnico del settore e una volta ultimati gli elaborati che lo compongono deve essere approvato dal Consiglio Comunale.

Procedimenti dopo l’approvazione del Piano

Dopo l’approvazione, il Piano deve essere pubblicato per 30 giorni, in modo che tutti i cittadini possano prenderne visione e formulare le proprie osservazioni. Il Piano, eventualmente modificato, viene trasmesso alla Regione che ha 180 giorni di tempo per esprimersi sulla sua conformità ed approvarlo o esprimere rilievi. Il Comune può, a questo punto, approvare il Piano accettando i rilievi formulati dalla Regione, o presentare le sue controdeduzioni entro 90 giorni. Nei successivi 90 giorni la Giunta regionale deve esprimere il parere definitivo. Il Piano è formato da una serie di elaborati, quali tavole cartografiche, relazioni di carattere normativo e, in particolare, la tavola della zonizzazione, le norme tecniche di attuazione e il regolamento edilizio. Per mettere in atto le prescrizioni del piano sono previsti i piani particolareggiati.

Simone Giallonardo

Simone Giallonardo

Presidente presso 'Consiglio dei Giovani di Capena' e giornalista

Nelson Mandela Day 2018, 18 Luglio

In occasione del Nelson Mandela Day 2018 pubblichiamo un articolo biografico. A cura di Simone Giallonardo, presidente del Consiglio Giovani Capena (RM).

Giornata mondiale della Giustizia Sociale, 20 Febbraio

Per la rubrica “Diritti & Norme”: articolo sulla Giornata Mondiale della Giustizia Sociale, oggi 20 Febbraio 2018. A cura di Simone Giallonardo, presidente del Consiglio dei Giovani Capena.

Il divorzio: la legge e il divorzio breve

Per la rubrica “Diritti & Norme”, un articolo sul divorzio: la legge e il divorzio breve. A cura di Simone Giallonardo.

Giornata mondiale contro la corruzione, 9 dicembre

Per la rubrica “Diritti & Norme” ed in riferimento alla “Giornata Mondiale contro la corruzione”, pubblichiamo il seguente articolo. A cura di Simone Giallonardo.

La pena di morte in Italia e nel Mondo

Per la rubrica “Diritti & Norme” ed in concomitanza con la “Giornata Mondiale contro la pena di morte”, pubblichiamo il seguente articolo. A cura di Simone Giallonardo.

Il Piano Regolatore generale

Per la rubrica ‘Diritti & Norme’, pubblichiamo questo articolo sul Piano Regolatore Generale. A cura di Simone Giallonardo.